Volume 5, n.2 (2018): 57-116

In questo numero

L’Editoriale di Riccardo Palmisano, Presidente Assobiotec-Federchimica, riassume il punto di vista dell’Associazione nazionale per lo sviluppo delle biotecnologie in merito al ruolo del farmaco biosimilare. Nella difficile ricerca di equilibrio tra innovazione, accesso alle cure e sostenibilità economica, il biosimilare rappresenta uno strumento utile a liberare risorse economiche. Ma le scelte terapeutiche non possono essere dettate da logiche esclusivamente economicistiche che negano la centralità del medico, ribadita, invece, dal recente Position Paper di AIFA.

Nel Method di Mangoni et al. la stretta collaborazione tra clinico e farmacista ha permesso di effettuare una valutazione tecnico-economica delle valvole transcatetere biologiche utilizzate al Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano. Sull’analisi di budget impact relativa a CoreValve™Evolut™R e Portico™ sono stati costruiti scenari di consumi e andamento dei prezzi per il triennio 2017-2019 che permetteranno di monitorare l’impatto economico di questi dispositivi in continua crescita. Ad oggi, Portico™ sta diventando più vantaggioso sia dal punto di vista clinico che economico per la struttura ospedaliera.

Nell’Original Article di Bagaglini et al. sono stati monitorati i nuovi famaci ad azione antivirale diretta (DAA) utilizzati nella terapia anti-HCV (virus dell’epatite C). Poiché i DAA sono molto efficaci ma anche costosi, AIFA ha definito precisi criteri di arruolamento basati sull’urgenza clinica. Nella ASL Roma 6 tali criteri sono stati sostanzialmente rispettati, mentre la valutazione economica ha mostrato come l’alto investimento iniziale possa, di fatto, essere recuperato in un periodo relativamente breve (4 - 9 anni in base alla gravità del paziente) per la riduzione dei costi di gestione della patologia.

L’Original Article di Bordin et al. mostra l’esperienza relativa al progetto Cardio50 di prevenzione primaria CV nei soggetti cinquantenni, condotta nell’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine. Lo screening ha permesso di diagnosticare ipertensione, dislipidemia, intolleranza al glucosio o di individuare stili di vita alterati. Come ampiamente dimostrato in letteratura, l’intervento terapeutico o di solo counselling consente di evitare eventi CV o diabete tanto che nella valutazione dei costi/benefici, Cardio50 costituisce non solo un esborso economico ma un vantaggioso investimento per la salute della popolazione.

Il Focus on di Leoni analizza l’impiego di infliximab originator o biosimilare nelle indicazioni gastroenterologiche. In linea con i Position Paper di AIFA, il passaggio graduale da originator a biosimilare ha liberato risorse economiche per terapie innovative. In particolare, nel 2016 i pazienti trattati negli Ospedali Riuniti di Ancona con il biosimilare erano principalmente naїve, poi progressivamente sono aumentati gli shift tanto che nel 2017 l’incremento del biosimilare aveva raggiunto il 100% ed il budget liberato nel 2017 avrebbe potuto consentire il trattamento di 11 nuovi pazienti con vedolizumab.

Infine la Pillola di Sponghini et al.  ha analizzato efficacia e costi dell’elettrochemioterapia (ECT), un trattamento locoregionale efficace dei tumori cutanei e delle metastasi superficiali, in grado di potenziare l’effetto di due chemioterapici, la bleomicina e il cisplatino. Valutazioni HTA delle tecniche utilizzate per il controllo e il trattamento di neoplasie avanzate cutanee e sottocutanee (ECT, radioterapia, perfusione isolata dell’arto, ecc.) confermano il rapporto costo/efficacia favorevole per l’ECT con Cliniporator™ e ne giustificano un uso più ampio.

SOMMARIO

Cluster Edizioni è un marchio di Cluster s.r.l.

P.IVA 07530720015

© 2019 Cluster Edizioni - tutti i diritti riservati 

  • Facebook Clean Grey
  • LinkedIn Clean Grey