Orizzonti

3° Rapporto GIMBE 2015-18 sulla sostenibilità del SSN

12.06.2018

Il Rapporto analizza le criticità che condizionano la sostenibilità della sanità pubblica, rivaluta la “prognosi” del SSN al 2025 e propone un vero e proprio “piano di salvataggio”.

Inoltre, riporta i risultati delle azioni di monitoraggio dell’Osservatorio GIMBE:

  • progressivo definanziamento: nel periodo 2013-2018, a fronte di quasi 7 miliardi di euro di aumento nominale del finanziamento, ne sono 'sopravvissuti' meno di 6 mld. E negli anni 2015-2018 l’attuazione degli obiettivi di finanza pubblica ha sottratto, rispetto ai livelli programmati, 12,11 miliardi di euro. Nessuna luce - secondo GIMBE - si scorge in fondo al tunnel visto che il Def 2018, a fronte di una prevista crescita annua del PIL nominale del 3% nel triennio 2018 - 2020, riduce il rapporto spesa sanitaria/PIL dal 6,6% del 2018 al 6,4% del 2019, al 6,3% nel 2020 e 2021.

  • sprechi e inefficienze: le risorse per la sanità 'bruciate' in sprechi, inefficienze e frodi nel 2017 ammontano a ben 21,59 miliardi erosi da sovra-utilizzo di servizi e prestazioni sanitarie inefficaci o inappropriate (6,48 mld), frodi e abusi (4,75 mld), acquisti a costi eccessivi (2,16 mld), sottoutilizzo di servizi e prestazioni efficaci e appropriate (3,24 mld).

Infine il Rapporto analizza i rischi di privatizzazione del SSN, conseguenti anche all’espansione incontrollata del “secondo pilastro”.

Scarica il PDF del 3° Rapporto GIMBE 2015-18

Cluster Edizioni è un marchio di Cluster s.r.l.

P.IVA 07530720015

© 2019 Cluster Edizioni - tutti i diritti riservati 

  • Facebook Clean Grey
  • LinkedIn Clean Grey